1950 – 1960 – Masi Special Pista – Antonio Maspes

Questa è la volta di condividere, sia solo per immagini, una bicicletta più unica che rara, una delle Masi Special costruite da un mito delle bici da corsa, Faliero Masi, per un mito della velocità su pista, il sette volte campione del mondo Antonio Maspes.
Difficile parlare di questa Special per i tanti accorgimenti usati. Erano i tempi in cui le biciclette erano il risultato di una stretta collaborazione tra telaista e atleta; quando nel ciclismo , computer e gallerie del vento non apparivano  e tutto quello che si poteva fare per ottenere qualche cosa in più dal mezzo era compito della meccanica, in questa bicicletta portata fuori dagli standard dal connubio di due grandi e perfezionisti di quel Ciclismo.

2017 – Argon 18 Gallium Pro Team Astana – by Bicisport Brunelli

Un’ altra bicicletta preparata nel negozio di biciclette di Massimo Brunelli a Parabiago partendo da un telaio e  da componentistica di eccellenza il tutto per raggiungere il peso di 6,115 kg

 

Telaio – Argon 18 Gallium Pro – Team Astana

Gruppo – Sram Red eTap

Ruote – Corima S+

Pipa & Piega – Zipp

Reggisella – Zipp

Sella – San Marco Aspide Carbon FX

 

2017 – Wilier cento10 air by Bicisport Brunelli

Cento10AIR rivoluziona i concetti di aerodinamica. Ricerche, studi e test hanno ridefinito il design dei profili del telaio, uscendo dalla regola che più sottili essi sono, più sono aerodinamici. Ora il telaio è stato pensato per spingere al massimo dell’efficienza l’intero sistema bici.

Telaio      –     110 Air modello 2017 taglia M

Gruppo   –    Sram Red eTap

Ruote      –    Mavic Cosmic ultimate

Peso        –     6,800 Kg

 

 

 

1970 – Masi Special custom

Bicicletta costruita a cavallo tra gli anni 60 e 70 come Special, riverniciata in un secondo momento con decal Gran Criterium. Particolare il carro posteriore con fessura per irrigidimento e il montaggio dei parafanghi per scelta del cliente. Esemplare unico la placca sui freni, era stata data in prova da Tullio Campagnolo ad Alberto Masi, serviva per il centraggio ma non è mai stata prodotta.

Collezione Simone D’Urbino

 

1989 – Atala Campagnolo Claudio Vandelli

Bicicletta del team Atala per prove su strada, nelle gare di ciclocross molto probabilmente Vandelli usava un telaio Alan ( molto usato in quel periodo nel ciclocross per la sua adattabilità ai terreni sconnessi ) marchiato Atala.

Collezione Thebikeplace

2016 – Masi Milano with Sram Red eTAP – Back to the Future

Non capita tutti i giorni di vedere una bicicletta così, un telaio old style, di nuova produzione, con il meglio della componentistica disponibile oggi sul mercato. Ebbene si anche questa volta il Maestro mi ha stupito, uno splendido telaio, naturalmente con tutti i componenti, congiunzioni, forcellini, forcella, dello scorso secolo, predisposto per ricevere il nuovo gruppo della Sram  “elettronico” . So che a tanti non piacerà, i puristi vedrebbero il telaio montato con un bel gruppo nuovo record, e le nuove generazioni vorrebbero l’eTap su un telaio di nuova produzione in carbonio, ma quando vedo i particolari del nodo sella tipo Cinelli ( per i più anziani) con il canotto sella Neos da 27.2, Cinelli, mi si apre il cuore e penso che il vecchio e il nuovo possono benissimo convivere assieme.

Bicicletta commissionata ad Alberto dal S.ig Vittorio. A lui il piacere delle sensazioni di pedalare su questa bicicletta.