2016 – Francesco Moser Va Por La Hora

E’ sempre bello fotografare le bici del passato che hanno fatto la storia, ma quando ti capita di vederle girare con i loro Campioni in sella, in un luogo Magico, come dice una certa pubblicità, ” non ha prezzo”. Questo è successo lo scorso lunedì sulla pista magica del Vigorelli con un parterre di ospiti di eccezione. Grazie al comitato Velodromo Vigorelli e a City Life Milano.

Annunci

Late ’70 – Colnago Super Pista – Restored

Colnago Super pista fine anni ’70s, particolare tubi carro post con dimensioni più grandi

Telaio – Colnago Super Pista

Gruppo completo – Campagnolo Record Pista

Cerchi – Nisi

Sella – 3ttt

Pipa e Piega – 3ttt

 

Track Queens

Alcune delle bici appartenute a Grandi Campioni che hanno fatto la storia del ciclismo su pista

Some of bike belonged to Great Champions who have made the history of the cycling on track

 

 

 

1930s – Gloria Child – modello Cirillo – restored by Alberto Masi

Chi è entrato nella bottega di Alberto l’ha sempre vista appesa in un angolo in alto a sinistra come parte di arredo, ma tutto in quel posto ha una storia. La bicicletta è stata ritrovata nel cascinale del genero di Alberto in condizioni disperate e di ruggine avanzata da far pensare di buttarla in discarica , ma lì l’occhio del Maestro capì subito di essere davanti a un pezzo di storia e che si poteva fare qualcosa per riportarla in vita ed esclamò: ma che discarica ! Anche perché la bicicletta era un regalo del bisnonno fatto per il nipote, e fu così che il pezzo di ruggine prese la strada per il negozio. Ricordandosi che Ernesto aveva lavorato alla Gloria prima di mettersi in proprio, e per Ernesto è sottinteso Colnago, lo chiamò e chiese se si ricordasse qualcosa su quelle bici da bambino. Ernesto gli disse che erano state prodotte in due colori rosso oppure azzurro e presero il nome da un personaggio del Corriere dei Piccoli, Cirillo, il resto giudicatelo voi dalle immagini qui sotto.

Morale se avete un “pezzo di  ruggine” in casa e un nonno come Alberto, non buttatelo in discarica.

 

P.S.  Ma avete visto che biciclette facevano a Milano?  Ingrassatori sui mozzi,tutto marchiato Gloria la plastica non c’era ancora ecc ecc… il tutto su una bici per bimbi

 

1982 – Colnago Aerodinamica 100Km

In questa bici si trova un po di storia del grande costruttore Ernesto Colnago , le prime tubazioni Mexico con i primi tubi (in questo caso di dimensioni ridotte) a stella arrotondati che annunciano l’arrivo del Master , il supporto dei comandi cambio e il portaborracce  della Oval CX, le leve freno Modolo, il gruppo Campagnolo Super Record tranne lo sterzo fatto appositamente per le tubazioni ridotte, la geometria del telaio studiata per dare posto alla ruota anteriore più piccola in quei tempi le geometrie da inseguimento in strada non erano ancora arrivate (pursuit), il passaggio di tutti i fili interni, i freni montati al contrario. Bicicletta con cui il quartetto Sovietico vinse la prova olimpica della 100km a Mosca nel 1980

 

 

 

1974 – Colnago Super – Umberto Carugo

My first restoration, has been beautiful to bring back the bike while still alive of who it has given to the passion for the bike and the cycling. The last alterations are made by Alberto Masi.

Telaio – Colnago Super

Gruppo – Campagnolo Record

Piega e Pipa – 3ttt