Cinelli time trial team – Italia

 

Bike by Thebikeplace

 

Annunci

2016 – 2 Giugno – Welcome Vigorelli

Proseguono i lavori di restauro del mitico velodromo, la pista è quasi ultimata, prima di essere verniciata passiamo una domenica assieme ai nostri ex campioni della pista e non per un breve collaudo, questo grazie anche al Comitato Vigorelli , rappresentato da Daniele e al comune di Milano, per aver creduto e lavorato al progetto di conservazione dell’impianto.

Late ’50 -Colnago Super Freccia Pista

Una tra le più vecchie e belle Colnago ritrovate ancora nelle sue condizioni di origine, naturalmente ricoperta con un po di patina, particolare la scatola movimento centrale G11 e il vecchio logo Colnago Freccia

 

Collezione L.De Ponti

1974 – Masi Gran Criterium – original condition

Bellissima Masi Gran Criterium portata nell’officina di Alberto per essere smontata e ripulita per tornare al suo originale splendore nonostante i 40 anni passati. Bicicletta completamente originale in tutti i suoi particolari, dalla verniciatura, classico champagne, a tutti i suoi componenti in particolare la guarnitura e il reggi sella pantografati Masi, le pedivelle e i manettini cambio alleggeriti. Unico pezzo non mantenuto originale la pipa 3 ttt pantografata Marnati.

Telaio – Masi Gran Criterium con forcella a doppia piastra

Gruppo – Campagnolo Nuovo Record

Cerchi – Martano

Guarnitura e Reggisela – personalizzati Masi

Sella – Cinelli Unicanitor

Pipa – 3 ttt con Logo Marnati

 

 

 

 

 

 

Early ’50 – Masi Milano Woman Superleggera

Commissionata  a Faliero, nei primissimi anni ’50, dal campione della pista Antonio Maspes per la moglie Liliana, questa bellissima bicicletta seppur destinata allo svago racchiude tutta l’esperienza maturata nelle biciclette da competizione del marchio Masi. Riportata al suo aspetto originale dalle mani di Alberto e la cura di Luca si possono notare i particolari che la rendono unica; la congiunzione del nodo sella adattata ad accogliere il solo tubo verticale, le congiunzioni del tubo superiore trasversale, la testa forcella, niente da invidiare a una Speciale Corsa.

 

Telaio – Masi Milano Donna

Cambio – Campagnolo Gran Sport

Mozzi – Campagnolo

Reggi sella – Campagnolo

Freni – Universal

Para catena – Simplex

Manubrio – Cinelli

Sella – Brooks

 

1968 – Masi Faema Eddy Merckx

Questa bicicletta FAEMA – MASI, con le incisioni – EM60 e 5 68 – apposte al movimento centrale e al piantone della forcella, è stata costruita nell’officina di via Arona ( Velodromo Vigorelli ) di Milano per Eddy Merckx nel 1968,  quando correva per la squadra FAEMA.

Lo speciale telaio possiede cinque bussole passanti per ciascuno dei due tubi del carro posteriore. Tale soluzione era stata concepita per irrigidire i tubi alle spinte e alle torsioni; in generale a tutte le sollecitazioni. Questa innovazione tecnica fu coperta da brevetto; risultava essere molto laboriosa e costosa, i telai che se ne avvalevano, di conseguenza, erano richiesti da una clientela estremamente esigente.

La testa della forcella in ghisa è una Fisher classica Masi impreziosita da due fresature di alleggerimento di notevole impatto estetico frutto di un raffinato lavoro manuale, un altra lavorazione a forma di cuore è stata eseguita anche sul nodo sella.

L’alberino dei freni non è imbullonato al telaio ma saldato, al fine di aumentare l’efficacia di frenata delle pinze Universal, che da li a pochi giorni sarebbero state soppiantate definitivamente da quelle Campagnolo. Anche questa una soluzione estrema, solo per il mondo delle corse, voluta per Eddy Merckx.

La bicicletta fu costruita per il Giro d’Italia del 1968 per le gare a cronometro.

Eddy la usò per la prima volta a cronometro a Montecatini nel ’68 e nel Giro d’Italia dello stesso anno. Memorabile fu la tappa delle tre cime di Lavaredo corsa sotto una tormenta di neve le cui immagini sono passate alla storia del ciclismo. In alcune di quelle immagini si può distinguere il carro posteriore della bicicletta speciale di Merckx.

La bicicletta è presente in questi giorni  al Museo Faema – Cimbali per la celebrazione dei settant’anni del marchio Faema, all’i inaugurazione ha presenziato Eddy assieme a Vittorio Adorni e il loro direttore sportivo ai tempi della Faema Marino Vigna.  ( Vedi post precedente Faema compie 70 anni ).

Track Queens

Alcune delle bici appartenute a Grandi Campioni che hanno fatto la storia del ciclismo su pista

Some of bike belonged to Great Champions who have made the history of the cycling on track

 

 

 

1984 – Cinelli Laser

Telaio – Cinelli Laser Pista

Guarnitura, Movimento centrale, Movimento Sterzo – Campagnolo Pista

Sella – Cinelli Volare

Pedali – Cinelli

Ruote – Campagnolo Ghibli

Pipa e Piega – Cinelli

Particolare di questa Laser l’attacco sella con due bulloni