2016 – Francesco Moser Va Por La Hora

E’ sempre bello fotografare le bici del passato che hanno fatto la storia, ma quando ti capita di vederle girare con i loro Campioni in sella, in un luogo Magico, come dice una certa pubblicità, ” non ha prezzo”. Questo è successo lo scorso lunedì sulla pista magica del Vigorelli con un parterre di ospiti di eccezione. Grazie al comitato Velodromo Vigorelli e a City Life Milano.

Late ’70 – Colnago Super Pista – Restored

Colnago Super pista fine anni ’70s, particolare tubi carro post con dimensioni più grandi

Telaio – Colnago Super Pista

Gruppo completo – Campagnolo Record Pista

Cerchi – Nisi

Sella – 3ttt

Pipa e Piega – 3ttt

 

2016 – 2 Giugno – Welcome Vigorelli

Proseguono i lavori di restauro del mitico velodromo, la pista è quasi ultimata, prima di essere verniciata passiamo una domenica assieme ai nostri ex campioni della pista e non per un breve collaudo, questo grazie anche al Comitato Vigorelli , rappresentato da Daniele e al comune di Milano, per aver creduto e lavorato al progetto di conservazione dell’impianto.

Late ’50 -Colnago Super Freccia Pista

Una tra le più vecchie e belle Colnago ritrovate ancora nelle sue condizioni di origine, naturalmente ricoperta con un po di patina, particolare la scatola movimento centrale G11 e il vecchio logo Colnago Freccia

 

Collezione L.De Ponti

Track Queens

Alcune delle bici appartenute a Grandi Campioni che hanno fatto la storia del ciclismo su pista

Some of bike belonged to Great Champions who have made the history of the cycling on track

 

 

 

2015 – De Gustibus Non Disputandum Est – see on Ebay

Dedicato a tutti quelli che quando restaurano una vecchia bici da corsa non monterebbero mai una serie freni Campagnolo Record su una bicicletta del ’65, un nastro Benotto su una dei ’70, una sella Cinelli su una Colnago Rosso Saronni, dei pezzi pantografati sui primissimi ’70, un gruppo del Cinquantenario su una bici che non sia dell’ 83 massimo 84 – 85 e per finire, non monterebbero mai quella orribile borraccia Campagnolo, per capirci quella che assomiglia a un “pappagallo” da ospedale, su una bici che non sia almeno aerodinamica.

 

Foto tratte da Ebay su vintage bicycles

 

1982 – Colnago Aerodinamica 100Km

In questa bici si trova un po di storia del grande costruttore Ernesto Colnago , le prime tubazioni Mexico con i primi tubi (in questo caso di dimensioni ridotte) a stella arrotondati che annunciano l’arrivo del Master , il supporto dei comandi cambio e il portaborracce  della Oval CX, le leve freno Modolo, il gruppo Campagnolo Super Record tranne lo sterzo fatto appositamente per le tubazioni ridotte, la geometria del telaio studiata per dare posto alla ruota anteriore più piccola in quei tempi le geometrie da inseguimento in strada non erano ancora arrivate (pursuit), il passaggio di tutti i fili interni, i freni montati al contrario. Bicicletta con cui il quartetto Sovietico vinse la prova olimpica della 100km a Mosca nel 1980