Late ’80 – Masi Prestige Crono

Quando si parla di Masi ci si aspetta di vedere le famose Special o Gran Criterium, non ci si aspetta di trovarci davanti a delle biciclette degli anni in cui si sperimentava l’aerodinamica, in questo caso vediamo tutta l’eleganza che contraddistingue le Masi in una Prestige da cronometro.

Telaio – Masi Prestige Crono ’84 – Bianco Perla

Gruppo Completo – Campagnolo Record C – freni Delta

Ruote – Fir

Piega e Pipa – 3ttt

Nastro – Benotto

Sella – San Marco Concor

Collezione Privata – Bacchelli

 

 

 

Annunci

2014 – Masi Gran Criterium – Customer – by Alberto Masi

Bicicetta realizzata nell’officina Masi su ordine del ( fortunato ) cliente.

Si sa in questo caso i puristi delle vintage ne avrebbero da dire; il fregio della special sulla GC, la sella Concor è un mito degli’80, il Cinquantenario altrettanto ecc. ecc. Ma cosa c’è di meglio che andare in giro su una bicicletta vintage con telaio nuovo e i componenti migliori a disposizione di quei mitici anni? Questo lo saprà solo il ( fortunato ) cliente che l’ha commissionata ad Alberto.

P.S. Se desiderate una Special o una GC nuova affrettatevi, perché le congiunzioni, mitiche, GF e i fregi originali Masi dell’epoca stanno per finire , poi entrare nel mito sarà sempre più difficile

Telaio – Masi Gran Criterium NF 52 champagne color – NF  iniziali del cliente – nuovo

Gruppo – Campagnolo 50TH

Cerchi – Martano – nuovo

Sella – Concor San Marco – replica

 

 

 

 

 

 

1982 – Colnago Aerodinamica 100Km

In questa bici si trova un po di storia del grande costruttore Ernesto Colnago , le prime tubazioni Mexico con i primi tubi (in questo caso di dimensioni ridotte) a stella arrotondati che annunciano l’arrivo del Master , il supporto dei comandi cambio e il portaborracce  della Oval CX, le leve freno Modolo, il gruppo Campagnolo Super Record tranne lo sterzo fatto appositamente per le tubazioni ridotte, la geometria del telaio studiata per dare posto alla ruota anteriore più piccola in quei tempi le geometrie da inseguimento in strada non erano ancora arrivate (pursuit), il passaggio di tutti i fili interni, i freni montati al contrario. Bicicletta con cui il quartetto Sovietico vinse la prova olimpica della 100km a Mosca nel 1980