Late ’40 – Masi Milano due leve Superleggera

Un altro pezzo di storia delle biciclette Masi, ritrovata in un mercatino e rimessa in piedi, scusate… sulle ruote, da Alberto Masi. Questa bicicletta si può collocare fra le prime costruite da Faliero in quel di Milano, lo si deduce dalle decal e dal fregio ambedue Masi Milano che precedono quelle della Speciale Corsa, altro particolare la filettatura sul lato della forcella anteriore, parte inferiore, per l’attacco del parafango.

Telaio – Masi Milano superleggero

Deragliatore Posteriore – Campagnolo Due Leve

Guarnitura – Magistroni

Freni – Universal

Mozzi – Campagnolo

Sella – Brooks modificata da Ottusi

Pipa e Piega – Ambrosio

 

Annunci

Late ’60 – Masi Special – Blood & Dust

Per tutti quelli  che pensano che queste vecchie signore siano ormai da attaccare al chiodo o da tenere in bella mostra nel soggiorno di casa, nonostante i quasi cinquant’anni passati, le vediamo ancora percorrere strade mitiche come quelle dell’Eroica e nonostante le cadute mantenere ancora una bella cera.
Un augurio al proprietario di questa stupenda bicicletta di rimettersi presto in sella
Telaio – Masi Special
Gruppo – Campagnolo Nuovo Record
Piega e Pipa – Cinelli
Sella – Ottusi
Cerchi – Fiamme