1960 – 1988 Passo Gavia

Annunci

1978 – 61° Giro D’Italia

Queste foto non sono un gran che come qualità, però per me sono le più belle che io abbia scattato sino ad ora, vuoi perché sono le prime che ho scattato al ciclismo ( con la mia prima macchina fotografica, la  Zenit di fabbricazione russa, che in quegli anni era la prima macchina per coloro che si avvicinavano alla fotografia per la prima volta. Era anche quella che costava meno. ), vuoi perché rappresentano un usanza che in questi anni è sparita dalle grandi corse a tappe.  L’usanza era quella di fermarsi per salutare i parenti e gli amici quando un corridore si trovava a passare sulle proprie strade di casa o addirittura davanti casa, come in questa occasione; durante la tappa il gruppo  lasciava il vantaggio per potersi fermare ed avere il tempo necessario di ricevere i saluti e i baci dai suoi cari. Era una festa per il corridore e per tutto il paese che lo stava ad aspettare.

In queste foto ci sono il mio Paese, San Lorenzo di Parabiago e il corridore che tutti conoscete come il Beppe, la corsa naturalmente era Il Giro.

 

 

1967 – Masi Speciale Track With brand Peugeot

Bicicletta costruita da Faliero Masi usata per il record dell’ora nell’ottobre del 1967 al velodromo olimpico di Roma da Ferdinand Bracke. Record km 48,093 peso della bicicletta kg 5,48

Nel quadro telegramma di congratulazioni da parte di Tullio Campagnolo. Questo è storia

ImmagineImmagine